domenica 22 agosto 2010

siviglia 3

Per oggi ci siamo riservate buona parte degli impegni culturali cercheremo di visitare quanto è più possibile, per domani vorremmo la giornata per una corsa verso il mare "ci manca "
Come al solito facciamo colazione in hotel, scopriremo in seguito che ci è costata  ben 15 euro al giorno, un vero peccato sia economico che di gusto in quanto avremmo potuto mangiare  in qualche bar caratteristico scegliendo le loro specialità, ma ..è andata così ci servirà per esperienza
Attraversiamo la piazze ed imbocchiamo le solite stradine che ci porteranno in pochi minuti  verso la cattedrale di Siviglia.
Sono solo le nove del mattino  fortunatamente i turisti in mandria  non sono ancora in giro.Ne approfittiamo per entrare in un negozio dove vendono abiti da flamenco, talmente appariscenti e ricchi da essere bellissimi, decidiamo di misurarne qualcuno vorremmo fare delle foto ma la taglia più piccola è la 46 ed all'epoca eravamo magroline assai Proviamo ad indossarli ma ci satnno uno schifo , quel tipo di abito va praticamente attaccato addosso a noi cadeva da tutte le parti  un vero peccato






Primo appuntamento della giornata la  Cattedrale di Siviglia " mastosa "
E' il più grande tempio gotico della Spagna nonché terzo della cristianità,dopo quello di San Pietro a Roma e San Paolo a Londra, ed è anch’essa costruita sulle rovine di una grande moschea.



Prendiamo anche stavolta l’audio guida e percorrendo le navate ascoltiamo la storia e ammiriamo le opere esposte. L'altare maggiore ci lascia senza fiato; un esempio di magnificenza , un capolavoro costruito in circa 80 anni che raffigura un migliaio di personaggi biblici.

Tra le altre opere il sepolcro di Cristoforo Colombo, che non ci ha colpito particolarmente.
Siamo rimaste talmente affascinata da attraversarla per ben due volte concludendo per una pausa sigaretta nel giardino degli aranci.
La Giralda è una torre in mattoni alta 90 metri  e 34 ripide salite che girano all’interno della torre ci portano alla cima dove sventola EL GIRALDILLO una banderuola in bronzo che rappresenta la fede e che è diventata il simbolo di Siviglia.


Arriviamo in cima  e restiamo senza fiato davanti al panorama della
A questo punto la stanchezza aveva già raggiunto il top ma decidiamo di proseguire, abbiamo pochi giorni, dobbiamo scegliere cercandoo di portare con noi le cose più belle.Abbiamo deciso di eliminare l’ennesimo alcazar,in fondo ne abbiamo visto uno splendido a Cordoba e l'altro patrimonio dell’umanità,a Granada.

La dominazione e la cultura araba in Andalusia è ovunque.
Decidiamo quindi per la visita due delle piazze più conosciute al mondo Plaza de Espagna  Plaza de Toros e come al solito ci avviamo alacremente a piedi.


















1 commento:

Anonimo ha detto...

Belle.... ma a proposito della taglia...porti - della 46? o è una questione di spalle? non è che sia molto ...sta battuta, il fatto è che dopo sti giorni di feste non sono o sono, cmq penso che rileggendo ancora posso riprendere i giri necessari per volare. Gino